Cristo è risorto, dunque tutta la vita risorge

Pubblicato giorno 11 aprile 2020 - Cammino famiglie 2020, Diocesi di Lugano, In home page

Buona Pasqua
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Carissimi amici,quanto ci mancate!
Che tempi drammatici e insieme richiamanti stiamo vivendo. Ora siamo vigorosamente sollecitati a guardare “in Alto”. La distrazione è il male peggiore, perché è come vivere nell’assenza di “memoria. Gli eventi accadono, ma è come se non lasciassero traccia in noi. Così in questa faticosa circostanza siamo obbligati a ricominciare daccapo, a ripensare un po’ tutto in termini nuovi. Vi ricordate, quando eravamo bambini e la nostra mamma o il papà ci dicevano: “…ma quante volte ti devo dire le stesse cose?”.  Siamo portati a far sì che gli avvenimenti buoni non rimangano in noi. La dimenticanza o la superficialità spesso prendono in noi il sopravvento. Una verifica di questa dimenticanza potrebbe essere se ci mancano, almeno un poco, i nostri incontri mensili con la Pastorale familiare, che ci tenevano svegli, con la voglia di ripartire. San Paolo ha una significativa espressione: “Noi ci guardiamo come nello specchio”, se tiri via lo specchio il tuo volto scompare, come se neppure esistesse. Invece, abbiamo bisogno che l’esperienza di questi giorni rimanga in noi, che c’impegni a guardarci dentro, a guardare i nostri rapporti, gli impegni che in momenti decisivi abbiamo preso, specialmente in famiglia. I virus possono essere cattivi, ma abbiamo bisogno dentro di noi che ci sia un virus buono che aggredisca le cellule malate o parassitarie e faccia ripartire il cuore, l’intelligenza, la volontà. Una frase che amo molto del II° prefazio pasquale dice: “In Cristo risorto, tutta la vita risorge”. Che allegrezza porta al cuore questa certezza! La nostra fragile e vulnerabile esistenza può continuamente risorgere e ritornare alle sorgenti della vita. Dai, allora! Mentre attraversiamo questo tempo faticoso, operiamo il bene. Diamoci da fare, perché il tempo perduto non lo si ritrova più.

Auguri, di Risurrezione con Cristo da parte di tutta la Pastorale Diocesana per la famiglia.

Don Willy e la Pastorale Familiare

  1. Approfittiamo del tempo, costretti a rimanere in casa. Riprendiamo le conferenze di quest’anno che trovate sul sito pastoralefamiliare.ch Studiamole assieme.

Quando ci ritroveremo? Dio solo lo sa. Ma se non ci addormentiamo, come le vergini stolte del Vangelo mentre viene lo Sposo, ripartiremo più fervorosi di prima.

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)